WORKLIFE INNOVATION HUB

Luce e forme primarie
per abitare il presente

Pubblicato il 16 luglio 2019

Architectural project Open Project Bologna
Lighting project Studio Executive Scandicci

 


Edificato a metà degli anni ’80 dalla Cassa di Risparmio di Bologna, il complesso porta la firma dell’architetto e maestro del design Vico Magistretti.  I volumi di cui si compone sono un affascinante aggregato di geometrie solide in cemento armato che dialogano fra di loro in undelicato equilibrio di forme.

Cassa di Risparmio in Bologna – Tecnocentro Casalecchio di Reno, 1984
Cassa di Risparmio in Bologna – Tecnocentro Casalecchio di Reno, 1984

Nel 2016 la Generali Real Estate SGR S.p.A. ha creduto nelle potenzialità di quest’area, investendo in un intervento di radicale trasformazione e valorizzazione dell’intero polo e scrivendo un nuovo capitolo nella storia di questo complesso.

L’importante e difficile intervento di riqualificazione è stato coordinato dallo studio Open Project di Bologna, società con particolare esperienza nel recupero di siti dismessi. Il loro approccio progettuale è riuscito a far incontrare le esigenze di una nuova destinazione, senza snaturare il concept iniziale dell’architetto Magistretti e riuscendo così a mantenere vivo uno dei principi cardine nei quali egli stesso credeva fermamente:

“Mi interessa non dimenticare la storia, ridisegnare eccellenti modelli tradizionali per non lasciarli morire come una vecchia specie in via d’estinzione. Modificati per le nostre esigenze, riportano al presente un ricordo che altrimenti si perderebbe." (Magistretti)

Il complesso di circa 16.000 mq, caratterizzato da ambienti dinamici e modulabili in base alla destinazione d’uso, si sviluppa intorno a luminose corti interne ed è circondato da spazi verdi, parcheggi e servizi quali la ristorazione ed un auditorium. Oggi il polo è un hub con una vocazione innovativa ed high-tech, uno spazio completamente rinnovato che accoglie aziende giovani e dinamiche legate al mondo della tecnologia.

generali_13

Lighting concept

 

La sfida lanciata dalla committenza ai lighting designer di Simes è stata quella di raggiungere la migliore sintesi possibile tra un’illuminazione funzionale necessaria a facilitare l’orientamento e garantire la sicurezza e un’illuminazione architetturale concepita per mettere in scena le peculiarità architettoniche dell’edificio. In altre parole mantenere un messaggio di sobrietà ma dare risalto alla nuova vocazione tecnologia dell’edificio, senza tralasciare la necessità di ottenere un basso impatto energetico e di rispettare i budget d’investimento e di gestione previsti.

Il lighting concept richiedeva l’utilizzo di prodotti minimali e poco invasivi che rispettassero l’ambiziosa idea di dialogare con l’elegante semplicità architettonica su cui si basa il disegno  dell’intero complesso.

"La semplicità è la cosa più difficile del mondo" (Magistretti)

 

Questa volontà progettuale aderisce in modo perfetto alla filosofia di Simes, da sempre impegnata nella ricerca del rigore e della purezza estetica dei suoi prodotti. I corpi illuminanti scelti rappresentano l’essenza di questa sintesi formale: il cerchio, il quadrato, il triangolo diventano leitmotiv anche all’interno del progetto illuminotecnico. Le loro geometrie primarie racchiudono luce, definiscono lo spazio, mettono l’accento sull’architettura, inserendosi in modo discreto nel contesto.

generali_15
ACCESSI ALLE ZONE DI SERVIZIO

Il Minireef paletto con fascio a 180° è un prodotto caratterizzato da ottimo comfort visivo, grande robustezza e precisione ottica. È stato scelto per illuminare la strada carrabile di accesso che accompagna il visitatore verso l’area di parcheggio e le zone di servizio situate sul retro; la sua forma cilindrica si relaziona con la particolare copertura curva dell’edificio antistante ora adibito a servizi di ristorazione.

generali_06
ILLUMINAZIONE CORTE INTERNA E CAMMINAMENTI

La corte su cui si affacciano i volumi principali rappresenta il cuore pulsante dell’intero progetto. Per questo ampio salotto esterno la scelta è ricaduta su Poster, un prodotto di arredo urbano che con la sua sagoma cava di forma triangolare gioca in modo esplicito con il disegno dello spazio, costruito sulla composizione geometrica di triangoli diversi per dimensioni e matericità. Il concetto di pieno e vuoto luminoso è un’altra costante nello sviluppo dei prodotti a LED di casa Simes e rappresenta un nuovo modo di intendere l’illuminazione degli esterni urbani. 

generali_09
generali_08
generali_04
generali_07
generali_18
generali_09
generali_08
generali_04
generali_07
generali_18

Un prodotto cavo non ostacola la visione e con la sua leggerezza permettere di traguardare l’oggetto e vedere oltre, dando massimo risalto all’architettura. I Poster sono posizionati in modo libero nella grande corte centrale e sono orientati secondo varie angolazioni. In questo modo se osservati da un qualsiasi punto di vista, appaiono sempre diversi e dialogano con le forme dell’architettura. La loro luce diffusa è morbida e confortevole e riesce anche nelle ore più buie della giornata a caratterizzare la piastra centrale, trasformandola in uno spazio di relazioni ed opportunità d’incontro.

LUCE D’ACCENTO SULL’ARCHITETTURA

Una sequenza di faretti ad incasso della serie ZIP collocati alla base dei pilastri portanti scandisce il ritmo della facciata e fa da contrappunto ai pali disposti irregolarmente nella corte. La torre simbolo, unica parte che modifica le proporzioni del progetto originario ampliandosi in altezza, è un altro elemento architettonico di fondamentale importanza. Per enfatizzare la sua presenza monolitica anche nelle ore notturne si è scelto di utilizzare dei proiettori MOVIT orientati verso le facce di questo imponente volume pieno, schiarendo con un velo di luce diffusa il nuovo involucro materico che lo avvolge.

generali_05
LUCE FUNZIONALE E DI SICUREZZA NEL PARCHEGGIO

Park in versione testa palo è stato scelto per l’illuminazione funzionale dei parcheggi e delle aree che richiedono perfette condizioni di sicurezza per pedoni e automobilisti.
Un segno semplice e razionale che ben si allinea all’immagine complessiva della nuova struttura.
La possibilità di montare Park su pali cilindrici pre-esistenti sia in versione singola che doppia diventa un plus estremamente utile perché consente di ottimizzare i costi senza rinunciare alla qualità di un testa palo a LED estremamente efficiente e performante.

generali_02

Il nuovo HUB consente oggi di far rivivere un luogo che non ha solamente convertito le sue funzioni ma che ha conservato la sua essenza proiettandosi nel futuro e ricercando una nuova qualità dei suoi spazi.
La luce è parte integrante di questo processo di recupero perché contribuisce ad affermare una rinnovata immagine, ad estendere nel tempo le possibilità di incontro e relazione, a garantire la sicurezza e il benessere di coloro che abiteranno i nuovi spazi.

CONTATTA I NOSTRI ESPERTI

Queste e molte altre soluzioni ancora rappresentano la risposta di Simes rispetto all'esigenza ricorrente del lighting designer di  illuminare con una luce di qualità lo le aree relative all'outdoor. Se desideri ricevere maggiori informazioni non esitare a contattarci. Puoi anche fissare un webmeeting con noi per avere una presentazione della nostra gamma completa, o di uno specifico segmento di tuo interesse.

 

SIMESwebconference - Prodotto v_02 - teaser ITA