LAME DI LUCE

Effetti d'accento
per disegnare
la scena

Pubblicato il 06 novembre 2019
 

 

La luce può essere usata per illuminare la scena in maniera funzionale, ma anche per creare spettacolari effetti scenici che stupiscano e caratterizzino l’ambiente. In tal senso, le "lame di luce" sono un metodo immediato e semplice per ottenere meravigliosi risultati.

Le "lame di luce" di SIMES sono fasci di luce lineare estremamente marcati e puntuali, con un inizio e una fine ben precisi, ottenuti per mezzo di una speciale lente radiale con raggio d'apertura di 170°. Questi fasci di luce tagliano nettamente l'oscurità, frapponendole una linea di luce priva di dispersione e sbavature. L’effetto "lama di luce" è uno strumento così creativo da poter essere utilizzato nelle più svariate applicazioni: per decorare una parete oppure una colonna, per segnare un percorso o delimitare lo spazio, per creare dei disegni luminosi, per scandire il ritmo di una facciata valorizzando gli elementi dell’architettura. I tagli di luce sono un elemento decorativo forte, che apporta carattere e movimento agli ambienti, dona vivacità alla struttura architettonica ed esprime la creatività del progettista.

lame_01

La proposta di Simes

La proposta di Simes per il 2019 prevede due nuovi proiettori a LED per l’illuminazione degli spazi esterni, Microstage e Microkeen, progettati secondo una logica totalmente innovativa. Ciò che li differenzia dai prodotti già presenti sul mercato è la speciale ottica radiale definita “Lama di Luce”, che permette di ottenere un fascio di luce lineare, orientabile e modulabile.

Analizziamo uno ad uno i termini...

Proiettori. I proiettori sono apparecchi che consentono di proiettare un fascio di luce di notevole portata e intensità per illuminare una scena o parte di essa. In quanto dotati di un corpo materico proprio che va ad aggiungersi alla scena modificandone l’assetto, i proiettori sono considerati come “illuminazione additiva”. Nell’illuminazione additiva risulta importante la scelta degli apparecchi non solo per la qualità della loro luce, non solo per il loro effetto d’illuminazione, ma anche per il loro impatto estetico sulla scena: in particolare è importante considerare la disposizione dei proiettori nell’architettura evitando che una mescolanza di diversi tipi di apparecchi o una loro disposizione confusa costituiscano un elemento di disturbo. Microstage e Microkeen rispecchiano la linearità e la pulizia delle forme che contraddistingue l’intera gamma Simes, dove i prodotti sono trattati alla stregua di veri e propri oggetti di design. Sta poi all’abilità del progettista valorizzarne l’eleganza predisponendoli in modo adeguato rispetto all’identità del luogo da illuminare.

lame_05

A LED. Grazie all'abbandono dei canoni tradizionali di sviluppo e di ingombri delle vecchie tecnologie, la tecnologia a LED consente di dare la massima libertà di espressione alle esigenze dei progettisti sfruttando un rinnovato design della luce, che prevede l’utilizzo di micro-apparecchi che impattano in minor misura sulla scena architettonica su cui intervengono. Microstage e Microkeen, pur avendo dimensioni estremamente ridotte, ospitano al loro interno un alimentatore integrato.

lame_12mod

Speciale ottica radiale definita “Lama di Luce”. Quando si parla di fascio stretto solitamente si intende un fascio tra i 10° e i 15°, che fa uso di apposite lenti che vengono applicate direttamente sul LED. Gli apparecchi con un angolo di distribuzione sotto i 20° vengono definiti spot, sopra quella soglia vengono definiti flood. Microstage e Microkeen si discostando da tale definizione e propongono un utilizzo della luce estremamente innovativo. Per creare le lame di luce viene utilizzata una speciale lente radiale a 170° che consente di riprodurre un fascio lineare nettissimo e senza sbavature.

lame_13

Orientabile. Microstage e Microkeen permettono al progettista della luce di esprimersi al meglio, in quanto la loro “testa snodabile” consente di orientare il fascio secondo diverse inclinazioni e su diversi assi, rendendo lo strumento molto adattivo rispetto alla scena da illuminare. Per ottenere la lama di luce netta e marcata il proiettore deve essere posizionato vicino alla parete, in modo da creare un “segno di luce”, ma la distanza è soggettiva e dipende dal tipo di effetto che si vuole creare.

lame_07
lame_11

Modulabile. La flessibilità d’uso di questi incredibili proiettori è ulteriormente favorita dalla possibilità di modulare il fascio, stabilendo esattamente il punto in cui il fascio inizia e si conclude. Questa funzionalità viene ottenuta per mezzo di speciali oscuratori adesivi forniti in dotazione, che possono essere applicati sul vetro del proiettore per personalizzare i gradi di apertura del fascio, adattandolo perfettamente alla scena da illuminare e alla creatività del progettista.

lame_10

Concludiamo dicendo che, per la loro capacità di disegnare lame di luce, Microstage e Microkeen non sono semplici proiettori, ma dei veri e propri mezzi scenografici, capaci di disegnare segni di luce che diventano distintivi per l’architettura donandole una forte ed originale identità anche durante le ore notturne.

lame_14

CONTATTA I NOSTRI ESPERTI

Queste e molte altre soluzioni ancora rappresentano la risposta di Simes rispetto all'esigenza ricorrente del lighting designer di  illuminare con una luce di qualità lo le aree relative all'outdoor. Se desideri ricevere maggiori informazioni non esitare a contattarci. Puoi anche fissare un webmeeting con noi per avere una presentazione della nostra gamma completa, o di uno specifico segmento di tuo interesse.

 

SIMESwebconference - Prodotto v_02 - teaser ITA